Iscriviti




IL TUCANO PET

Un amore lungo 4 anni e 8 mesi

Una sezione dedicata al ricordo dei nostri amici
Juniores
Messaggi: 4
Iscritto il: 21 maggio 2016, 22:07
Ha ringraziato: 0 volta
E’ stato ringraziato: 7 volte

Un amore lungo 4 anni e 8 mesi

Messaggioda Arianna1987 » 24 maggio 2016, 9:02

Buongiorno a tutti.
Strano presentarsi stamani e dopo poche ore ritrovarsi a scrivere in questa sezione...ma purtroppo devo farlo perché io oggi non ho più un dobermann da coccolare. Oggi non sono più mamma di un figlio a 4 zampe...il 7 maggio 2016 lui mi ha lasciata per sempre e quindi non ho idea di quale sezione sia più adatta di questa per raccontarvi di lui e di noi, di che legame speciale ci univa e di come siamo arrivati a questo tragico epilogo.
Chiedo anticipatamente scusa se ho sbagliato nello scrivere qua e invito gli amministratori o chi per loro a indicarmi dove posso raccontare.
Nel frattempo lo farò qua...premettendo ancor prima di iniziare che il mio intento non è puntare il dito nè diffondere false informazioni...il mio scopo, quello per cui mi ritrovo qua ora, è semplicemente quello di far luce su una malattia che molti di voi purtroppo avranno conosciuto nella loro vita coi dobermann o di cui molti avranno sentito parlare...ho letto di persone che sminuiscono la cosa e non si rendono esattamente conto della gravità della situazione...beh...io che ci sono passata non me la sento di fare spallucce pensando "poteva succedere". Eh no...non doveva succedere affatto!!!! Quindi, lungi da me giudicare chi valuta la cosa con estrema indifferenza, razionalità o distacco...ma permettetemi di urlare il mio dolore e la mia delusione.
Inizio dicendovi che il mio tesoro grande si chiamava Orazio.
Orazio nasce il 30 agosto 2011 presso l allevamento Diamante Nero, da Nibbio del Diamante Nero per Altagracia del Diamante Nero.
Inutile dirvi che quando siamo andati a prenderlo il 23 ottobre 2011 ci portammo a casa un fagottino nero focato bellissimo, tremendissimo ma allo stesso tempo adorabile.
Di quei fantastici primi momenti ricordo la maglia di mia mamma che durante il tragitto verso casa lui aveva silenziosamente bucato coi dentini, ricordo le corse dei miei nonni a dare il benvenuto al nuovo arrivato, lo choc della gatta di casa Shila nel vederlo, le cacche in salotto, il suo primo giochino...una paperella di gomma azzurra di nome Emma che il giorno dopo era già stata decapitata, ricordo il suo collarino rosso piccolo piccolo, la sua prima ciotolina...lui di una tenerezza disarmante ma anche dispettoso....ci faceva letteralmente uscire pazzi di gioia.
Eravamo così felici di averlo...ci arricchiva la vita rendendola ancora più bella di quanto già lo fosse...era decisamente un valore aggiunto!!!
Orazio era estremamente viziato in famiglia...non esistevano limiti per lui...dormiva con noi sui letti, riposava con noi sui divani e guai se non gli lasciavi il suo posto libero...si metteva a piangere e non smetteva finché non ti alzavi, pranzava e cenava in cucina con noi e ci seguiva dappertutto compreso il bagno...se lo chiudevi fuori attaccava a piagnucolare. Era parte della famiglia a 360 gradi e noi tutti ne eravamo contenti.
I primi problemi nascono al primo controllo veterinario...qui i dottori si accorgono che Orazio non presentava un testicolo...ammetto che ignorantemente nessuno in casa se ne era accorto fino a quel momento.
Era da capire se questo mancava del tutto o era presente ma non disceso.
Tramite opportuni controlli ed ecografie scopriamo che il testicolo c era ma in addome perciò Orazio presentava un problema di criptorchidismo.
Per noi fu devastante non tanto il sapere che non avrebbe potuto riprodursi né prendere parte a gare di bellezza...di certe cose potevamo benissimo farne a meno...quanto il sapere che si rendeva necessario operarlo per rimuovere il testicolo ritenuto che col tempo poteva divenire tessuto cancerogeno.
Non mi dilungherò troppo sulla prima problematica ereditaria di Orazio in quanto lo feci anni fa proprio su questo forum raccontando il mio malcontento e molti degli allora membri mi insultarono pesantemente dandomi della pazza, della bugiarda e molti altri epiteti.
Venni trattata male al punto da rinunciare a qualsiasi confronto con i famosi "leoni da tastiera" bravissimi a giudicare dietro nickname criptici ma del tutto privi di attributi nella vita reale visto che nessuno di loro ebbe il coraggio neanche privatamente di assumersi la responsabilità delle offese mosse ai miei danni scrivendo il suo vero nome...non li avrei certo denunciati per aver espresso un' opinione che non condividevo...lungi da me...ma credo che, in circostanze così delicate, o si ha il buon gusto di tacere o ci si mette la faccia (in questo caso il nome) quando si offende in modo personale.
Ad ogni modo Orazio subì due operazioni, l ultima a Prato in laparoscopia, il testicolo venne rimosso e lui tornò a condurre una vita normalissima fatta di casa, campo addestramento dove lo portavamo ad imparare un pò di buone maniere, passeggiate con noi e tante, tantissime coccole e fondamentalmente questo era tutto ciò che noi desideravamo per lui: vederlo sereno, in salute e felice.
Orazio negli anni è stato non solo il mio primo cane, non solo il mio grande immenso amore, ma anche un amico fedele...riconosceva immediatamente le brave persone così come chi aveva strani intenti...se aveva delle antipatie potevo star certa che non si sbagliava.
Avrei potuto accontentarmi di avere un cane e invece ho avuto l onore di trascorrere quasi 5 anni con un amico unico che mi ha aiutata tante volte quando avevo bisogno...inevitabilmente lui c era...c'è stato nei momenti più belli della mia vita: quando ho conosciuto il mio compagno, quando mi sono laureata, ad ogni compleanno e festività trascorsa in famiglia lui c era e rendeva l atmosfera ancora più calorosa col suo affetto e la sua costante presenza, talvolta invadente ,ma sempre ben accetta.
Ciò che speravamo era che dall operazione in poi la sua vita fosse un concentrato di esperienze positive da vivere insieme, ci auguravamo per lui di non dover combattere altre ingiuste battaglie visto che fin da piccolo aveva già subito molto.
Questo fino a giugno 2015...ricordo come fosse ieri che stavo entrando a lavoro e mi chiamò mio padre dicendomi che uno dei fratelli di Orazio stava molto male ed era affetto da cardiomiopatia dilatativa.
Il fratello in questione era proprio l unico che con Orazio ero riuscita ad incontrare svariate volte nel loro primo anno di vita, anche lui abitava in provincia di Lucca a pochissimi km di distanza da me e con la padrona ci eravamo viste per far scorrazzare i cucciolotti, finché crescendo iniziarono a darsele di Santa ragione e decidemmo di prendere ognuna la propria strada conservando però un ricordo molto bello l una del cane dell altra.
Contattai immediatamente la proprietaria per avere conferma e mi disse che sì, il suo dobermann era affetto da dcm e mi invitò a sottoporre Orazio ai dovuti controlli.
Pochi giorni dopo presi appuntamento con una veterinaria esperta in materia di problematiche cardiache a Montecatini. Venne fatto ad Orazio ecocardio e holter 24h.
L esito rilevò un piccolo problema di contrazione al ventricolo sinistro ma nessuna aritmia né cardiopatia.
Non nascondo che tirai un sospiro di sollievo in quel momento pensando che il mio Ori stava bene.
Era necessario tenere monitorato il ventricolo ma nulla faceva presagire che da lì a poco tutto sarebbe peggiorato.
Passano i mesi e Orazio sta bene...arriva dicembre e a vigilia di Natale il fratello muore dopo mesi di battaglie contro la malattia.
Il 27 dicembre Orazio inizia a tossire insistentemente (sintomo che tenevamo sotto controllo poiché tutto iniziò così per il fratello....da apparentemente innoqui colpi di tosse), decidiamo quindi di portarlo in una clinica notturna vicino casa nostra dove viene riscontrato ad Orazio un soffio sul lato destro del cuore...sintomo non rilevato a giugno da holter e ecocardio.
Ci viene suggerito un ulteriore controllo presso un cardiologo specializzato che visita Orazio il 28 dicembre e rileva l inizio della malattia...I valori cardiaci del cane erano preoccupanti (ho la documentazione).
Nella vana speranza di una risposta diversa facciamo esaminare Orazio anche dalla cardiologa presso cui lo avevamo portato a giugno per i primi esami...ma anche lei ci conferma la cardiomiopatia e mette Orazio in terapia: mezza compressa di Diuren, una e mezzo di Vetmedin e una di Enalapril rispettivamente mattino e sera (ho la documentazione).
Abbiamo seguito la terapia mattino e sera ogni singolo giorno da quel momento...ci accertavamo di avere scorte sufficienti di farmaci, evitavamo più possibile a Orazio sforzi, pur essendo difficile impedirgli di correre, giocare con l altro cane di famiglia, rincorrere la sua pallina adorata o scorrazzare. Tenevamo monitorata la respirazione e i battiti e pregavamo che tutto filasse liscio più a lungo possibile e la cura facesse effetto.
I veterinari erano stati chiari e documentandomi sulla malattia sapevo che si trattava di una patologia degenerativa...ne ero consapevole e credevo di essere preparata al peggio...ma purtroppo non ci si prepara mai a dire addio prematuramente a chi hai amato con tutto il cuore. Sapevo che Orazio probabilmente non sarebbe invecchiato, sapevo che avrei dovuto dirgli addio troppo presto, sapevo che ogni giorno in più era un dono prezioso per i malati di dcm. Ma tutte queste certezze non mi sono state di aiuto quando la notte di venerdì 6 maggio 2016 Orazio si è sentito male.
Ricordo la corsa alla clinica alle 2 di notte dove speravamo ci dicessero che la sua tosse insistente e i suoi conati di vomito dipendevano dal fatto che poteva aver ingerito qualcosa e non riuscisse a rimettere...invece ci sentimmo dire che si trattava di edema polmonare, secondario a dcm.
Ricordo l immediato ricovero, lui spossato ed in preda a forte astenia, sedato e sottoposto a dosi massicce di diuretico.
Ricordo il mio rientro a casa senza lui...le facce disperate di mio fratello e mia mamma, volti rigati di lacrime segno dell amore puro e reale che ci legava a lui...ricordo di aver parlato chiaro e forse in modo crudo delle condizioni in cui versava Orazio e una volta rimasta sola nella mia stanza di essere crollata in un pianto liberatorio che non mi ha fatto dormire.
Al mattino le notizie dalla clinica non erano cambiate...il cane continuava a stare molto male e alle 14 di venerdì 6 maggio andai con mio fratello a trovarlo....era sedato, intubato per favorire l ossigenazione e ancora sottoposto a diuretico. Parlai chiaro ai veterinari...non ci sarebbe stato alcun accanimento terapeutico da parte mia e della famiglia...proprio noi che avevamo cresciuto Orazio protetto e lontano più possibile da qualsiasi dolore non potevamo permettere si spegnesse tra sofferenze atroci....per cosa poi...per prolungargli l agonia di qualche giorno?!? Ci sembrava egoistico da parte nostra.
Alle ore 19 di venerdì torno da lui con qualche pezzettino di pollo...dalla clinica mi avevano detto che me lo avrebbero fatto trovare sveglio....e così fu...il mio amore mi corse incontro un ultima volta...con mio.padre lo portammo fuori a fare pipì, riuscimmo a fatica a fargli mangiare qualche misero bocconcino di pollo e poi vedendolo stanco e incerto sulle zampe lo restituimmo ai veterinari.
Sentivo che sarebbe stata l ultima volta che lo avrei visto...così me lo baciai tutto, lo coccolai e infilai un ultima volta il naso nel suo pelo per conservare il suo inconfondibile odore.
Sabato 7 maggio dalla clinica ancora notizie scoraggianti...Durante la notte Orazio aveva rimesso peggiorando ulteriormente. Il pomeriggio stesso io ero a lavoro così andarono da lui mio fratello e mio padre e portarono a casa notizie ancora più brutte.
Ore 17 di sabato 7 maggio...ricevo una chiamata da mio padre...Ori peggiorava di mezz ora in mezz ora e i veterinari consideravano la possibilità di procedere a eutanasia...ero a lavoro...avrei potuto dire di aspettare che potessi vederlo...che potessi toccarlo ancora...ma dissi di procedere....che non aveva il minimo senso insistere se il suo corpo non reagiva...a casa non ci sarebbe potuto tornare in quelle condizioni.
Alle 18 di sabato 7 maggio 2016 Orazio si addormenta per sempre senza soffrire...così come ha vissuto la sua breve vita...tutelato.
Ad oggi, mi restano i ricordi fantastici dei momenti passati insieme: il primo giorno in casa, la prima Pasquetta col fratellone deceduto a vigilia di Natale, il suo primo danno...una capocciata d amore all amica di mia mamma sul setto nasale, i voli in terra che mi ha fatto fare saltandomi addosso, il suo testone poggiato sulle gambe ogni momento in cui voleva considerazione, i suoi litigi con la sorellina Zoe per un pezzo di pane, le migliaia di foto scattate di noi e di lui, il tatuaggio che ho con il suo nome è una carrellata di esami clinici, ecografie e responsi fino all ultimo certificato di decesso indicante la causa inconfutabile. Dcm.
Voglio concludere questa lunga storia invitando a far luce su questa malattia...ragazzi non è giusto sminuire e dire che può capitare cosi come ho letto...chi c'è passato non se ne fa proprio niente del vostro fatalismo ma vuole risposte. Perché così non cambierà mai niente.
Sono necessari più controlli, più rigore e più attenzione e soprattutto rispetto verso chi poi piange un amico morto prematuramente.
Chiunque vorrebbe che il proprio cane vivesse più a lungo possibile e se ne andasse morendo per cause naturali...moltI non arrivano a quel punto...molti muoiono causa malattia e fa male...ma morire di malattia ereditaria è un dolore che va aldilà dell immaginabile...ti lacera....è la consapevolezza che sul tuo cane pendeva una condanna a morte già scritta...e non è destino infausto...non ditemi che si tratta di mala sorte, sfiga, sventura o altro...non prendete in giro fino a questo punto chi ancora piange la scomparsa del proprio fedele compagno.
Siamo tutti consapevoli che debellare la dcm è difficile...ma cercare di pulire un minimo le linee di sangue si può? Selezionare riproduttori basandosi anche sulla longevità dei predecessori si può? Effettuare regolarmente esami e controlli si può? Piantarla con la fissa del cane bello e puntare su un cane sano si può? Che ve ne fate di un bel cane se vi crepa a 4 anni e mezzo me lo volete spiegare? No perché io proprio non capisco che dubbio ci sia tra bellezza e salute...per me salute tutta la vita! E badate bene che fare selezioni più attente non vuol dire eliminare qualsiasi vizio ereditario o congenito eh...nessuno lo pretende...ma fare il possibile per ridurre il rischio questo sì lo pretendevo perché Orazio non c'è più e a me resta solo un pugno di ricordi ma nessuno me lo darà indietro. E scusatemi se ogni giorno mi sveglio e penso che se le cose fossero andate diversamente fin dal principio lui sarebbe ancora con me.
Grazie a tutti dell attenzione.

Moderatore Top
Avatar utente
Messaggi: 2609
Segno zodiacale: Capricorno
Iscritto il: 22 gennaio 2013, 15:21
Località: Formello (RM)
Ha ringraziato: 366 volte
E’ stato ringraziato: 738 volte

Re: Un amore lungo 4 anni e 8 mesi

Messaggioda GiuseppeB » 24 maggio 2016, 9:43

Ciao Arianna, conoscevo già la storia di Orazio, purtroppo! Mi spiace molto per come sono andate le cose; qui non abbiamo la prerogativa dell fatalismo o del "vabbè.. fattene una ragione"; alla stessa maniera però non facciamo caccia alle streghe e all'allevatore di turno da massacrare.
Il tuo racconto è degno di essere preso in carico da tutti noi perché purtroppo è una esperienza reale e mi auguro sia utile ad allevatori ed acquirenti, ognuno trarrà le sue considerazioni e dirà la sua, nel rispetto di entrambi voi (allevatore e proprietario), altrimenti verrà allontanato dal forum, giusto per seguire una linea di educazione, correttezza e rispetto che ci siamo prefissati di mantenere su questo forum, a differenza di qualche anno fa; siamo meno, è vero.. il forum è meno frequentato, ma va bene così!
Ti rinnovo il mio benvenuto e per qualsiasi problema puoi contattare me o un altro moderatore "verde".

Inviato dal mio Galaxy S5 utilizzando Tapatalk!
ImmagineImmagine

Juniores
Messaggi: 4
Iscritto il: 21 maggio 2016, 22:07
Ha ringraziato: 0 volta
E’ stato ringraziato: 7 volte

Re: Un amore lungo 4 anni e 8 mesi

Messaggioda Arianna1987 » 24 maggio 2016, 10:31

Penso si evinca dal mio racconto che la mia intenzione non è massacrare il singolo...ma piangere il mio dobermann in silenzio non contribuirebbe a migliorare le sorti della razza! Preferisco essere onesta e raccontare in modo che si riesca a dare il giusto valore a questa patologia così come a molte altre ereditarie...non sono la sola a disperarmi per aver perso un amico prematuramente per dcm. Ma solo venendo allo scoperto possiamo sperare che qualcosa si muova. Poi è logico e scontato che in casa mia non entrerà più un soggetto proveniente dallo stesso allevamento ma penso sia mio diritto avere un opinione e cercare di fare scelte più consapevoli!!! Ma non giudico chi fa scelte diverse o quantomeno lo faccio tra me e me!!!

Moderatore
Avatar utente
Messaggi: 1366
Segno zodiacale: Capricorno
Iscritto il: 23 febbraio 2013, 13:10
Località: Bari
Ha ringraziato: 398 volte
E’ stato ringraziato: 383 volte

Re: Un amore lungo 4 anni e 8 mesi

Messaggioda Roxy » 24 maggio 2016, 11:23

La dignità delle tue parole non lascia spazio ad alcun commento!

Ti ammiro per la forza che dimostri e per la sanissima morale del tuo racconto.

Condivido in toto le tue parole, persino quelle dirette a chi si nasconde dietro un nick per insultare e distruggere i punti di vista altrui, e sta tranquilla... come dice il "veterano" Giuseppe ... saremo anche meno, ma ti garantisco che nessuno potrà permettersi lo schifoso lusso di insultare chi esprime le proprie opinioni o ancor peggio, il proprio dolore!

Fai bene ad alzare la voce per urlare questo dolore che, in effetti, nasconde un'emergenza ... l'emergenza che, secondo me, riguarda una forma di ignoranza che troppo spesso riesce a prevalere su ciò che è "importante".

Concludo citandoti...

Arianna1987 ha scritto:No perché io proprio non capisco che dubbio ci sia tra bellezza e salute...per me salute tutta la vita!


Per me salute tutta la vita!
Il cane Nero gli vuole bene, lo contempla, ha paura di perderlo, è orgoglioso di lui.
E' raro che i cani si accorgano della povertà, dello squilibrio, della sconfitta.
Lei è il lusso di quest'uomo, il suo amico e la sua potenza.


ImmagineImmagine


Moderatore 10
Avatar utente
Messaggi: 1374
Segno zodiacale: Vergine
Iscritto il: 22 gennaio 2013, 16:53
Ha ringraziato: 134 volte
E’ stato ringraziato: 170 volte

Re: Un amore lungo 4 anni e 8 mesi

Messaggioda MARCO » 24 maggio 2016, 12:00

Mi dispiace per il piccolo....ho passato anch'io...So cosa si prova.....T'abbraccio forte!
Quando la perfezione diventa Dobermann! cit. Marco Ruggiero

Juniores
Avatar utente
Messaggi: 294
Iscritto il: 7 febbraio 2016, 11:13
Ha ringraziato: 4 volte
E’ stato ringraziato: 48 volte

Un amore lungo 4 anni e 8 mesi

Messaggioda Golden8 » 24 maggio 2016, 15:42

Arianna scrivo dopo aver letto la bruttissima storia di Orazio penso che tu abbia ragione in toto e concludo dicendo che quando se ne vanno ci lasciano un dolore che spacca dentro e io purtroppo ti capisco bene ma bisogna andare avanti forza!





Aaron Barbara & Mauro

Juniores
Avatar utente
Messaggi: 10
Segno zodiacale: Vergine
Iscritto il: 9 maggio 2016, 11:46
Località: Firenze
Ha ringraziato: 0 volta
E’ stato ringraziato: 2 volte

Re: Un amore lungo 4 anni e 8 mesi

Messaggioda Laurina80s » 5 agosto 2016, 14:37

Ari che dire... mi dispiace tanto...
L'amore per un cane dona tanta forza all'uomo


Immagine

Juniores
Avatar utente
Messaggi: 269
Iscritto il: 12 dicembre 2016, 23:22
Località: Catania
Ha ringraziato: 6 volte
E’ stato ringraziato: 3 volte

Re: Un amore lungo 4 anni e 8 mesi

Messaggioda Invictus84 » 26 marzo 2017, 20:47

Ciao Arianna ho letto la tua storia e mi sono scese le lacrime agli occhi pochi possono capire ciò che si prova alla perdita di un vero amico fedele. Ho avuto una brutta esperienza con un cucciolo tenuto due settimane e mi è morto tra le mani e nonostante il poco tempo assieme ancora ripensandoci ci sto male. Adesso faccio tutto il possibile per dare al mio Achille il massimo facendo attenzione a ogni minima cosa sintomo o atteggiamento nn mi convinca. Grazie mille per aver condiviso questa tua esperienza. Grazie per la tua voce su un problema che molti non conoscono.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Torna a In memory

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

  • Pubblicità